INDICAZIONI DELLA STORIA DELLE RELIGIONI DELLA MORALE E DELLA PERSONIFICAZIONE DELLE DIVINITA’ E DEGLI DEI 2002

Inizialmente la religione era animistica, gli uomini credevano nel bene e nel male; successivamente gli eroi e più precisamente quelle persone che si distinsero per imprese fondamentali per la crescita civile, furono considerati eroi e di conseguenza  deificati, mediante una prassi analoga, della storia contemporanea, a quella della santificazione per la religione cattolica di uomini e donne che si sono distinti  per le loro imprese a favore delle comunità umane; nella religione preistorica latino – romana l’eroe più importante fu quello che riuscì ad aggiogare il bue ed il cavallo; dalla parola jogus, il giogo deriva il nome del padre degli dei ; la vocale u si scrive come la v che ha eliso la precedente lettera g e di qui l’aggiogamento, l’impresa più importante della preisroria per far lavorare gli animali in sostituzione degli uomin : jovis traduzione letterale di giogo fu l’azione eroica che dette il nome al padre di tutti gli dei, Jovis che tradotto in italiano è appunto GIOVE ; il padre di Giove nella mitologia antichissima latino-romana  era  SATURNO  il  dio della semina, operazione grandiosa che eliminò il nomadismo,avviò la costruzione di abitazioni fisse e ridusse la necessità di uccidere esseri viventi, almeno in parte; la radice del verbo satere – seminare – è la stessa che ha dato il nome all’altra divinità fondamentale per l’evoluzione della specie umana Saturno che insegno’ agli uomini della preistoria a seminare.

Alla fine della repubblica romana a contatto con le correnti di pensiero filosofico più evolute, la filosofia romana comprese che le divinità erano semplicemente personificazioni mitologiche e che l’essenza della divinità si poteva riassumere in un principio etico-religioso-filosofico: Deus est è uguale alla norma etica : Homo Hominis juvari; la divinità consiste nel fatto che l’uomo debba giovare all’altro uomo; norma religiosa paragonabile a quella di Gesù : a chi ti dà uno schiaffo volgi l’altra guancia, ama il prossimo tuo come te stesso e nel prossimo va compreso anche il nemico; queste norme   superavano la legge del taglione precedente scritta anche nella bibbia ebraica : occhio poer occhio, dente per dente.

 

I commenti sono chiusi