Titoli di films splendidi che non si possono non vedere ELENCO DEI PIU’ BEI FILMS IN ASSOLUTO DEL PASSATO

Titoli di films splendidi che non si possono non vedere

ELENCO  DEI  PIU’ BEI  FILMS  IN ASSOLUTO DEL PASSATO

 

I CANNONI DI NAVARONE

LE QUATTRO PIUME

QUANDO VOLANO LE CICOGNE

IL QUARANTUNESIMO

VIA COL VENTO

LE NOTTI BIANCHE

RISO AMARO

ANNA

BALLA  COI  LUPI

HA  BALLATO  UNA  SOLA  ESTATE

GIULIETTA E ROMEO 3 films, uno in bianco e nero e gli altri  2  a  colori

IL  TAPPETO  VOLANTE

IL  SETTIMO SIGILLO, il Posto delle Fragole

 tutti i films di Bergman, di Antonioni, Rossellini e De Sica – come Ladri di bicicletta

e di Fellini, come La Strada, La Dolce Vita…; di Zeffirelli,  di Visconti, regista tra gli altri films di Anonimo Veneziano, Il Gattopardo

IL CAMMINO DELLA SPERANZA

IL PONTE SUL FIUME QUAY

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

SCANDALO AL SOLE

ZORBA IL GRECO

IL BUONO, IL BRUTTO E IL CATTIVO

APOCALISSE NOW

AMARCORD,  AMADEUS, GIOCHI PROIBITI, STROMBOLI

IL  PAZIENTE  INGLESE

IL  DOTTOR  ZIVAGO 

ELEZIONI POLITICHE – PROPOSTE PROGRAMMATICHE ELETTORALI CONDIVISIBILI DA CANDIDATI INNOVATIVI

ELEZIONI POLITICHE –  PROPOSTE PROGRAMMATICHE ELETTORALI CONDIVISIBILI DA CANDIDATI INNOVATIVI DI CENTRO, DI    DESTRA, E SINISTRA

INTEGRAZIONE ECONOMICA DELLA COMUNITA’ EUROPEA

Il primo passo per il raggiungimento di questo obiettivo,  è quello di PRENDERE L’IMPEGNO con il Nuovo Governo di  far  approvare dalla Commissione Europea dell’Economia e dal Parlamento Europeo  la Direttiva Europea che imponga a tutti i Governi degli Stati della Comunità stessa  la redazione e la  pubblicazione dei riepiloghi di bilanci pubblici, su prototipi eguali e quindi confrontabili  nella forma semplice di Rendiconti Sintetici dell’Attivo e del Passivo  delle gestioni di tutti i servizi pubblici locali e statuali, i prezzi delle materie prime come carburanti energia elettrica, minimi, e gli stipendi  delle categorie dei dipendenti pubblici. E dei Bilanci Patrimoniali evidenziando nell’ Attivo il Catalogo dei Beni Mobili ed Immobili dello Stato e delle Autonomie Locali  e  nel Passivo i  debiti a breve termine per investimenti piccoli e diffusi.

Con questa Direttiva Europea, i singoli Governi potranno provvedere più facilmente ad emanare Decreti o Leggi  sull’obbligo per tutte le Amministrazioni Pubbliche di redigere e pubblicare anche in Inglese  bilanci standard, sintetici, confrontabili anche dall’uomo della strada..

Con la applicazione  normativa europea sarà più facile superare le resistenze più retrive delle lobby  politiche ed  amministrative   e  si potranno, con i confronti dei bilanci uniformi, controllare e verificare quali sono le gestioni pubbliche bene amministrate, determinare i costi standard mediante l’esame comparato delle spese per l’acquisto di prodotti, ad esempio quelli farmaceutici e della spesa complessiva per il pagamento degli impiegati pubblici contabili ed amministrativi in esubero.

Il controllo andrà effettuato da ogni singolo Stato, dalla Commissione Europea dell’Economia e dalla BCE  con la nuova legge,  tramite i Ministri dell’Economia e con  le collaborazioni della Corte dei Conti e dalla Ragioneria dello Stato e di istituzioni simili alle nostre, da parte degli altri governi europei. Con la pubblicazione sulle Gazzette Ufficiali dei Bilanci Brevi, sarà possibile il confronto tra le Amministrazioni dei servizi pubblici delle diverse province e regioni e tra gli stati della Comunità Europea. Per le bollette dei servizi di fornitura di energia elettrica, ad esempio si potrà confrontare il numero degli impiegati di ciascuna Società di fornitura e distribuzione di elettricità, ed i costi della Spesa Pubblica, suddivisi nelle 2 somme complessive a) degli impiegati pubblici operativi e b) degli impiegati pubblici amministrativi delle diverse  Autonomie Locali e tra Stato e Stato, i costi di produzione dalle diverse Società che producono e trasportano energia elettrica   e così via.

 

COMPLETAMENTO DELLA LEGGE ELETTORALE. FORSE IL GOVERNO MONTI, MENO CONDIZIONATO DALLE STRUTTURE PARTITICHE E’ ANCORA IN TEMPO AD EMANARE ORDINANZA AMMINISTRATIVA DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE AD UTILIZZARE LE AULE MAGNE E LE PALESTRE DELLE SCUOLE PUBBLICHE COME SEDI DI CONFERENZE POLITICHE PER LE CAMPAGNE ELETTORALI A COSTI MINIMI, PER L’UTILIZZO DI EDIFICI PUBBLICI, CHE GIA’ VENGONO UTILIZZATI, I  3  GIORNI  PER  LE VOTAZIONI ELETTORALI

Maggiori imposte indirette per l’acquisto e l’uso di beni di lusso come le auto di cilindrata superiore  alla cilindrata di 2.000 centimetri cubi o per appartamenti di lusso di oltre 100 metri quadri di superficie e situati in quartieri di lusso dovranno pagare inizialmente percentuali d’IVA in più, sottoforma di un imposta indiretta aggiuntiva una tantum simile alla vecchia IGE.  Tale aumento può essere applicato con aliquote maggiori sui consumi di energia elettrica diurni in modo da favorire i consumi notturni con una doppia tariffa in maniera più chiara e trasparente, facendo coincidere le letture dei contatori con le letture delle bollette, 2 sole notturna e diurna; e con contatori che girino all’inverso nei periodi della giornata nei quali l’installazione delle  fonti energetiche alternative come i piccoli impianti solari ed eolici producono più delle necessità di approvvigionamento di ciascun appartamento.

RIDUZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI

Altro tipo d’imposta sui generis è l’applicazione di multe ai guidatori di autoveicoli che sorpassano in curva, agli incroci ed eccedono sui limiti di velocità, applicandole con fotografie aeree, o satellitari, in modo da superare il limite normativo

dell’applicazione della multa, solo se accompagnata dalla relativa contestazione che ha praticamente ridotto enormemente i benefici che inizialmente la patente a punti aveva dato; le foto aeree possono essere utili anche per altri tipi di multe per chi svuota i portabagagli di rifiuti ingombranti, ed ancora contro chi svuota camion di rifiuti tossici, ed anche semplici rifiuti  in discariche abusive.

ALTRI PUNTI PROGRAMMATICI ELETTORALI UTILI PER TUTTI

1)     L’ APERTURA POMERIDIANA E SERALE DELLE SCUOLE PUBBLICHE PER LA MIGLIORE E  PIU’COMPLETA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEI STUDENTI, FACILITANDOLI NEL PAGAMENTO E NELLA SCELTA D’INSEGNANTI PER LE RIPETIZIONI PRIVATE COLLETTIVE NELLE MATERIE SCENTIFICHE E NELLA LINGUA INGLESE

2)     RIELABORAZIONE E PUBBLICAZIONE DA PARTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA DELL’ECONOMIA E DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI ITALIANA DEGLI ATTUALI  BILANCI IN BILANCI BREVI ED  IN   RENDICONTI COMPRENSIBILI, STANDARDIZZATI, CONFRONTABILI DI TUTTE LE ISTITUZIONI E GESTIONI PUBBLICHE ANCHE IN LINGUA INGLESE DEI SINGOLI STATI DELLA COMUNITA’ EUROPEA, DELLE AUTONOMIE LOCALI E D  CIASCUNI SERVIZO PUBBLICO.

3)     RIDUZIONE DELLA SPESA PUBBLICA IMPRODUTTIVA ED A VOLTE DANNOSA PER IL MAGGIUOR NUMERO DI AUTORIZZAZIONI RISPETTO AGLI ALTRI STATI EUROPEI CON LA MESSA IN MOBILITA’ DEGLI IMPIEGATI IN ESUBERO OPERANTI NEI SETTORI AMMINISTRATIVO CONTABILI DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, NON CON IL LICENZIAMENTO MA CON LA  RIDUZIONE DEGLI  STIPENDI, IN UN QUINQENNIO, DEL 20 % DEGLI STIPENDI ACCOMPAGNATA  DALLA ULTERIORE RIDUZIONE    DEL 10 % PER LA CHIUSURA DEI RELATIVI UFFICI.

4)     CREDITO OFFERTO, IN PARTICOLARE AI GIOVANI CHE VOGLIONO APREIRE NUOVE ATTIVITA’, DA IMPIEGATI DELLE AGENZIE BANCARIE DISLOCATI SETTIMANALMENTE NELLE SCUOLE PUBBLICHE DEI DISTRETTI SCOLASTICI RURALI ED  EXTRAURBANI TENUTE APERTE ANCHE PER QUESTO MOTIVO.

5)     MAGGIORI ENTRATE PUBBLICHE MEDIANTE NUOVA ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DEI BENI CULTURALI COME MUSEI, GALLERIE D’ARTE, PARCHI ARCHEOLOGICI, STORICI E PAESAGGISTICI DA GESTIRE, IN PARTE, AUTONOMSMENTE DA I  DEI  RISPETTIVI DIRETTORI.

ACCOMPAGNATO DALL’OBBLIGO DI AFFITTARE QUADRI D’AUTORE E  REPERTI ARCHEOLOGICI CHE GIACCIONO PROBABILMENTE IN PARTE NON ANCORA CATALOGATI NEGLI SCANTINATI E NEI  MAGAZZINI.

6)     INCISIVA RIDUZIONE DELLA SPESA PUBBLICA E MIGLIORAMENTO DELL’AMBIENTE CON L’OBBLIGO LEGALE, MEDIANTE ORDINANZA MINISTERIALE DI SOSTITUZIONE DELLE ATTUALI LAMPADE  DI  TUTTI I LAMPIONI STRADALI CON LE LAMPADE  LED  CHE CONSUMANO UN TRENTESIMO DI MENO RISPETTO ALLE  ATTUALI LAMPADE DEI LAMPIONI STRADALI URBANI ED EXTRAURBANI. SPESA PUBBLICA INIZIALE DA CAPITALIZZARE IN TEMPI BREVI  CON LA RIDUZIONE INCISIVA DELLA SPESA PUBBLICA SUCCESSIVA PER L’ENORME RIDUZIONE DEI CONSUMI ELETTRICI E MIGLIORAMENTO DELL’AMBIENTE. LE LAMPADE LED SI TROVANO IN INTERET, CON IL MOTORE DI RICERCA GOOGLE.

7)     RIDUZIONE DELLA SPESA PUBBLICA CON LA SOSTITUZIONE OBBLIGATORIA, MEDIANTE ORDINANZA MINISTERIALE, CON LA SOSTITUZIONE, RIPETO. DEI GRANDI AUTOMEZZI PUBBLICI NOTTURNI SEMIVUOTI CON PULMINI A METANO MENO COSTOSI, MENO INQUINANTI E MENO STRESSANTI PER I GUIDATORI NOTTURNI.

8)     PROLUNGAMENTO DELL’ORA LEGALE PER TUTTO L’ANNO CON RISPARMIO DI ENERGIA ELETTRICA, RIDUZIONE DELLA SPESA PUBBLICA E MENO STANCANTE PER I GUIDATORI DI AUTOMEZZI SERALI, CHE AVREBBERO UN’ORA IN PIU’ LA SERA.

9)     RIDUZIONE DELLA META’ DEI MILITARI IN AFGANISTAN ED IN PAKISTAN E LORO INVIO PER COLLABORARE CON L’IMPIEGO DI AUTOMEZZI MILITARI AL CONTROLLO ED ALL’ELIMINAZIONE DEI  SVERSAMENTI DEI RIFIUTI E  DELLE DISCARICHE ABUSIVE A CIELO APERTO, COME AD ESEMPIO QUELLA NELL’AREA DELLA REGIONE CAMPANA CONFINANTE CON I TERRENI ESPROPRIATI SOTTO I CAVALCAVIE DELL’AUTOSTRADA SORRENTO REGGIOCALABRIA E DI ALTRE AREE IN ALTRE REGIONI D’ITALIA E PER FACILITARE L’OBBLIGO  ALL’AUMENTO INCISIVO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A ROTAZIONE NEI COMUNI CHE NE FANNO DOMANDA.

10)   RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI E DEI CONSIGLIERI DELLE AUTONOMIE LOCALI  AI  LIVELLI DEGLI STATI EUROPEI MENO SPENDACCIONI, DEL  NUMERO DELLE AUTO BLU E DELLA LORO CILINDRATA CON CONSEGUENTE RIDUZIONE DELL’INQUINAMENTO.

11)  DIMEZZARE  I PERIODI  DI  CASSA INTEGRAZIONE E DI INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE E SOSTITUIRLI CON L’ASSEGNAZIONE DI  TERRENI DEMANIALI ANCHE BOSCHIVI PER ORTI FAMILIARI E MINIALLEVAMENTI PER L’AUTOSUFFICIENZA ALIMENTARE ED EVENTUALE RIVENDITA DI SURPLUS DI PRODUZIONE AI MERCATI RIONALI.

 

12)  LA  REDISTRIBUZIONE A FAVORE  DEI  POVERI VA FATTA UTILIZZANDO MEGLIO LE RISORSE PUBBLICHE, COMPRESI I TERRENI DEMANIALI SENZA VENDERE NIENTE DA PARTE DELLO STATO.

CON  PROGRAMMI POLITICI INNOVATIVI SENZA PENALIZZARE I   RICCHI  SARA’ PIU’ FACILE RAGGIUNGERE MAGGIORANZE PER  UN  GOVERNO STABILE  E DURATURO E RINNOVARE LA SOCIETA’ ITALIANA ED  EUROPEA