I Genitori non moiono mai

I Genitori non muoiono mai. Se restano incompleti nei ricordi.

C’e chi si ribella alla vita c’e chi li ricerca nel male per poter odiare uomini nel male ricevuto e s’abitua al rapporto alternato d’amore alla violenza, d’amore a chi li percuote a chi li fa soffrire. L’amore per l’amore si riduce al fondo d’un bicchiere di gin.

Se poi i genitori abbandonano i figli   loro stessi e neppur li percuotono allora la morte subentra dall’infanzia quando nulla s’6 trovato venendo alla vita cui attaccarsi neppure l’amor per se stessi. L’odio grande alla madre assente diviene odio alla Vita e la fiamma si spegne prima ancora di accendersi.

Premiate chi agisce non chi gioca, non chi canta

E it mondo sara diverso l’aria pulita, animali al pascolo nelle radure verdi tra i boschi sfoltiti

Giovani accompagnate a turno le mandtie al pascolo dai recinti dei monti ai recinti delle colline e delle valli

Giovani scegliete i vostri maestri la sera nelle scuole tenute aperte nuove coscienze nuove leggi semplici chiare sorgeranno

Aprite sentieri e strade per chi non ha l’auto

Una nuova civilta  fatta delle cose belle del passato spesso dimenticata dark nuova vita alla gente the verra domani.

(1) La nutria e un animale della famiglia dei topi.

Vive negli stagni e danneggia le colture di grants c(

UN SENTIERO, UN CAVALLO…POESIA

Un sentiero un cavallo un sentimento una rupe  it torrente

pensiero va al domani aria ammorbata volatili e vertebrati distrutti uomini pallidi vaganti senza cibo tra luridi scorpioni e nutrie (1) immonde

Sentimento ribellati uomini colti, giornalisti dell’aria, TV Radio

parlate additate smuovete i pigri politici  i sindacalisti sclerotici

Giovani ribellatevi  se tutto questo non basta violenza nelle parole infuocate

nelle imtagini tinte di rosso sangue Registi, produttori, giornalisti alla gente comune parlate

PAG. 2

– ma non potro vederla

– L’ascolterai nei sorrisi

dei bimbi, nel canto

della madre seduta nel parco

a guardare i suoi figli e i figli delle amiche

– Dov’6 l’uomo non pia cannibale 6 lontano lontano

oltre ii cippo malmoreo

oltre l’azzurro del cielo

Sentirai la tempesta

l’onde rovesciare sul veliero Oltre l’orizzonte

vedrai it sole brillare

e sentirai una musica

che mai orecchio

umano ascolt6

Vedrai

vedrai la luce della giustizia